MAMADOU E I GOUNEY AFRICA

29 Agosto 2015 – Santuario di Buoncammino – ore 19:00

MAMADOU E I GOUNEY AFRICA
Omaggio ai Migranti: Parole e Musiche dall’Africa

Mamadou M’Bengas – mediatore culturale, musicista e attore

Guney Africa – danze

Santuario di Buoncammino

  Ingresso Libero

Animatore, mediatore culturale, musicista e attore, Mamadou M’Bengas vive in Sardegna da 20 anni, vissuti tra Sassari e Cagliari. Dopo la creazione del gruppo musicale gli ASSIKO di Sassari, ha vantato varie collaborazioni con gruppi musicali e teatrali. Da anni si occupa di animazione e racconti interculturali per bambini .
L’origine dei suoi progetti parte dai racconti, dai canti, dai suoni e dalle poesie della sua infanzia e della sua crescita tra l’Africa e la Sardegna. Ha scritto vari racconti che parlano della sua terra natia, dell’esperienza dell’immigrazione, di incontri tra popoli e culture.
Con Omaggio ai Migranti, vuole dar storia e voce a quelli che non ci sono più ma che hanno sognato, lottato e sono dispersi nelle acque di quello che pensavano fosse un ponte: il Mediterraneo. Narra la storia dell’impero del Mali con la voce del griot, urla la disperazione dello schiavi davanti alla porta del non ritorno a Gorée, e di notte, dentro un barcone con centinaio di fratelli disperati, stringe la foto della sua promessa sposa.
Il progetto Omaggio ai Migranti: Parole e Musiche dall’Africa vuole richiamare l’opinione pubblica e la politica ad attivarsi perché il futuro dell’Africa non deve finire sotto le onde del mare. Basato sull’alternanza tra ritmo intenso delle percussioni (jembè, tama, sabar, balafon) e danze dei GUNEY AFRICA e la voce poetica di MAMADOU, ma si chiude con una nota di speranza per un viaggio di ritorno verso l’Africa.

Pin It on Pinterest