Progetto Jain

Dal 20 al 30 agosto a Castelsardo, in occasione del Festival Musica sulle Bocche, JAIN farà incontrare trenta giovani musicisti provenienti da Serbia, Albania e Sardegna, in una residenza creativa di dieci giorni per dialogare e creare attraverso la musica.

“Jain – Jazz and Interculturalism” è un progetto di partenariato tra organizzazioni culturali nell’ambito del programma europeo Creative Europe, promosso da Nisville Foundation (Serbia) in collaborazione con Syri Blu (Albania) e Jana Project (Italia-Sardegna).
L’obiettivo del JAIN è facilitare la creatività e lo scambio artistico aperto attraverso la connessione tra giovani musicisti jazz provenienti da diverse realtà culturali, sociali, economiche e geografiche.
L’intento è quello di sviluppare su diversi livelli il dialogo interculturale, la cooperazione tra le diversità culturali e il movimento attraverso le frontiere. Si tratterà di creare la connessione tra Serbia, Albania e Italia partendo dall’analisi tra differenze e similarità, imparando mutualmente e condividendo, scambiando idee e comunicando, comprendendo e aprendosi attraverso la mobilità, i laboratori, le residenze, le performance collettive, l’incontro con nuove persone e la scoperta di “nuovi mondi”.
I tre partner hanno selezionato per ogni paese dieci giovani musicisti che parteciperanno alle diverse fasi del progetto che prevede prove e laboratori per la formazione di un’unica orchestra su un repertorio di jazz e musiche popolari delle regioni coinvolte.
I giovani selezionati per la Sardegna, tutti studenti o diplomati presso il corso di Jazz del Conservatorio di Sassari, sono: Alessandra Del Rio (voce), Bianca Frau (voce), Rebecca Ginatempo (voce), Andrea Uggias (sax), Davide Laconi (chitarra elettrica), Gabriele Zirulia (batteria), Marco Bande (piano), Paolo Addis (batteria), Paolo Corda (chitarra), Michele Porcu (chitarra). Il gruppo comprende anche il musicista Jacopo Careddu (batteria), selezionato per una residenza a NIs in Serbia, e l’artista Giada Deroma come tutor del gruppo.
Il primo periodo di riunione di tutti i partecipanti è previsto durante il Nisville Jazz Festival dal 4 al 13 agosto 2019; il secondo è previsto in Sardegna, a Castelsardo durante il Festival Musica sulle Bocche dal 20 al 30 agosto; il terzo per il Festival Jazz in Albania dal 3 al 12 ottobre.

Performance JAIN – giovani musicisti da Serbia, Albania,Sardegna

Il progetto Jain – Jazz and Interculturalism coinvolge 30 giovani musicisti provenienti da Serbia, Albania e Sardegna.
Dopo la prima tappa in Serbia, nella citta di Nis, in occasione del Nisville Festival dal 3 al 13 agosto, i giovani si incontreranno a Castelsardo in occasione del Festival Musica sulle Bocche dal 20 al 30 agosto per giornate di prova e performance collettiva.
Nella mattinata del 25 agosto i ragazzi presenteranno il loro lavoro al pubblico nella Sala XI presso il castello dei Doria.

Audience Development – Jazz Festivals and their audiences

Martedì 27 agosto 2019 dalle ore 11:00 alle 14:00
Jazz Festivals and in general cultural industries are always committed in audience development issues.
It’s not only a matter of incresing numbers, but using jazz music as socially-inclusive tool among youth and in multi-ethnic communities
How cultural organizations can work for increasing awareness and support citizens for using music as tool for building culturally diverse and socially inclusive community.
The seminar is part of the project JAIN – JAZZ and INTERCULTURALISM – co-financed by Creative Europe – UE – a partnership between Nisville Foundation (Serbia), Syri Blu (Albania), Jana Project (Sardinia – Italy) .
Invitation to particpate is extended to Municipalities, Music Schools, Festival Organizations.

Jazz e comunità multiculturali – Incontro-dibattito aperto

Giovedì 29 agosto 2019 dalle ore 18:00 alle 21:00
1-day public discussions with national and local authorities, education and cultural institutions, media and CSO community to introduce them in the rationale of using culture to disseminate tolerance, cultural diversity and intercultural dialogue among youth from different ethnic communities.

Pin It on Pinterest