Marco Colonna (Italia)

Sabato 24 Agosto 2019

Orario

Ore 11:30

Luogo

Sala XI – Castelsardo

Google Calendar

Ingresso 5€

MARCO COLONNA

Marco ColonnaMetamorphosis of the Moment (Clarinetti)

La ricerca del suono avviene in solitudine, pensando, creando e liberandosi delle maschere con cui ci si avvicina agli altri. Erodendo i limiti tecnici e fisici sui propri strumenti di comunicazione si ottiene il silenzio, condizione privilegiata in cui agire nel suono.

La ricerca in solo del musicista Marco Colonna si basa su questa idea: lo scontro tra immagini vissute o semplicemente viste e la sua emotività di uomo, la tecnica e l’urlo con la loro incapacità di coesistere o con la loro fin troppo facile possibilità di essere una cosa sola.

Marco nasce clarinettista, cominciando a sette anni, nei primi anni di studio non può essere definito uno studente modello, fino a quando, a sedici anni, la musica diventa la sua vita… o forse si può dire che la musica lo salva.

Tra i suoi grandi maestri citiamo Gaetano Zocconali, una figura controversa e poco conosciuta ma che molti tra i musicisti formatisi a Roma negli ultimi trent’anni conoscono bene e Harry Sparnaay, l’inventore del clarinetto basso contemporaneo, a cui deve moltissimo in termini di conoscenza, atteggiamento e crescita personale. Lawrence «Butch» Morris lo aiutò invece nell’approccio alla didattica, alla sfera della risolutezza del gesto, all’amore per il momento come soltanto un grande Maestro poteva fare.

Con il sassofono Colonna si definisce una sorta di autodidatta: suonando molto e nei più vari ambiti, imparando dai suoi errori.

Ha girato il mondo con la musica etnica, forzando i suoi limiti con la musica contemporanea, manifestando il suo pensiero politico con il jazzcore e vivendo le esperienze più alte con l’improvvisazione.

Vanta collaborazioni con Andrew Cyrille, Agusti Fernandez, Evan Parker, Zlatko Kaucic, Danilo Gallo, Silvia Bolognesi, Roberto Bellatalla, Fabrizio Spera, Omar Tamez, Edoardo Marraffa, Cristiano Calcagnile, Fabio Sartori, Roger Rota, Stefano Giust, Roberto Ottaviano, Alexander Hawkings, Gianni Mimmo, Izumi Kimura, Umberto Petrin.

Sala XI - Castelsardo

Pin It on Pinterest